Matrimonio in Ucraina

| More

Pubblichiamo qui le procedure, indicate dall’Ambasciata Italiana a Kiev, necessarie per poter contrarre matrimonio in Ucraina con un cittadino Ucraino.

Ultimo Aggiornamento 02/04/2012
La procedure e’ stata semplificata,  si fa tutto in Autocertificazione sul posto. Per ottenere il Nulla osta occorrono solo i passaporti di entrambi i futuri sposi.

Riporto di seguito, l’informativa rilasciata dall’Ambasciata italiana a Kiev relativa al matrimonio in Ucraina.

Il modulo per l’autocertificazione è scaricabile dal sito dell’Ambasciata Italiana a Kiev: Clicca qui

—–

Formalità prematrimoniali
per il rilascio del Nulla Osta da parte della Cancelleria consolare

ll cittadino italiano deve presentare i seguenti documenti:

Passaporti validi di entrambi i nubendi.
Compilare presso questo ufficio un’autocertificazione in base agli art. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445

Sarà cura di questo Ufficio Consolare procedere alla verifica amministrativa presso i competenti Comuni italiani nei tempi stabiliti.

Nulla Osta al matrimonio

Il Nulla Osta viene predisposto direttamente, in lingua ucraina, dalla Cancelleria Consolare, sulla base dell’autocertificazione redatta dal cittadino italiano e dopo  aver acquisite le opportune conferme da parte dei Comuni di nascita e residenza.
Verrà rilasciato nei tempi previsti dalle normative in vigore.
Il Nulla Osta deve essere presentato al Dipartimento Consolare del Ministero degli Affari esteri ucraino a Kiev per essere legalizzato.

Trascrizione

Dopo la celebrazione del matrimonio, l’Ufficio di stato civile ucraino consegna agli sposi un originale dell’atto di matrimonio. Esso deve essere sottosposto a legalizzazione mediante apposizione di Apostille (Ministero della Giustizia ucraino) e tradotto in lingua italiana presso uno dei traduttori di riferimento (lista disponibile nella bacheca consolare collocata negli spazi di attesa del pubblico presso la Cancelleria Consolare) e/o da un notaio ucraino (in tal caso la traduzione dovrà essere legalizzata con apostille con il Ministero di giustizia ucraino.
L’atto di matrimonio deve essere consegnato agli sportelli della Cancelleria Consolare che provvederà all’inoltro Comune italiano di residenza per la successiva trascrizione nei registri di stato civile.
In alternativa l’utente potrà provvedere, con propri mezzi, alla trascrizione dell’atto presso il suo Comune di competenza.

Scelta del regime patrimoniale dei beni

Gli sposi, alla consegna dell’atto di matrimonio, hanno facoltà di scegliere un regime patrimoniale diverso da quello legale, in particolare, di optare per il regime della separazione dei beni.
Tale atto viene predisposto in Cancelleria Consolare, in presenza di entrambi gli sposi e di due testimoni cittadini italiani. Esso verrà trasmesso al Comune di competenza insieme all’atto di matrimonio per le relative annotazioni marginali.
Per tale servizio sarà necessario fissare un appuntamento agli sportelli del Consolato.

Visto di ingresso per il coniuge straniero

Ove necessario e su richiesta dell’utenza, la Cancelleria Consolare rilascerà una copia conforme all’originale dell’atto di matrimonio ai fini del rilascio del visto per ricongiungimento.

Note relative ai cittadini divorziati o vedovi

E’ opportuno richiedere anticipatamente il tipo di documentazione richiesto dalle Autorità ucraine di stato civile in tali casi.

Orari d’apertura

Si accede in Cancelleria consolare senza appuntamento nei giorni d’apertura al pubblico: da Lunedì a Giovedì dalle ore 09,15 alle ore 13,30 e dalle ore 15,15 alle ore 16,30. Il Venerdì l’Ufficio è chiuso al pubblico.

———————

Riepilogo procedure matrimonio

1 Per sapere come ottenere il nulla osta visita:
http://www.ukrlandia.com.ua/matrimonio-ucraina-nulla-osta

2 Per sapere cosa fare una volta ottenuto il nulla osta:
http://www.ukrlandia.com.ua/matrimonio-ucraina-dopo-nulla-osta

3 Per sapere quali documenti portare allo ZAGS:
http://www.ukrlandia.com.ua/matrimonio-ucraina-zags

4 Per visionare il modulo di registrazione del matrimonio dello ZAGS
(tradotto in italiano):
http://www.ukrlandia.com.ua/matrimonio-ucraina-formulario-zags

5 Il giorno delle nozze:
http://www.ukrlandia.com.ua/giorno-delle-nozze

6 Legalizzazione e traduzione del certificato di matrimonio
http://www.ukrlandia.com.ua/legalizzazione-certificato-matrimonio

Tag: , , , ,

45 Commenti a “Matrimonio in Ucraina”

  1. stefano scrive:

    salve,

    cosa devo fare per sposarmi in ucraina??ho bisogno di sapere quale sono le procedure
    grazie tanto.

  2. Igor scrive:

    Saro’ felice di poter essere utile ai italiani сhe arrivano in Ucraina!

  3. antonio scrive:

    troppo comblicato per un italiano divorziato ,che si vuole sposare
    in ucraina,pensavo che fosse più semplice.
    grazie

  4. raffaele scrive:

    vorrei sapere quanto tempo ci vuole per fare tutti i documenti per sposarsi e per avere il visto della sposa?grazie mille

    • Greenissimo scrive:

      – Documenti per nulla osta: basta andare in comune (in pochi minuti vengono rilasciati). Per il citt. ucraino dovrebbe essere richiesto solo il passaporto.
      – Il Nulla osta viene rilasciato in circa 20 min dall’ambasciata a Kiev. (deve essere poi legalizzato) si fa tutto in una giornata.
      – Traduzione e atto notarile per passaporto citt. italiano (alcune ore, 1 giorno)
      – ZAGS, dipende se volete la cerimonia oppure no (si fissa una data, o si firmano semplicemente i documenti)

      – Preparazione certificato matrimonio per la trascrizione e richiesta visto (almeno 2-3 giorni. Specie se non si ci sposa a Kiev)

      – Rilascio del visto (dipende dall’Ambasciata. Nel nostro caso sono bastati 3 giorni)

      Auguri!

  5. fabio scrive:

    a settembre io e la mia futura moglie ucraina vogliamo sposarci in ucraina e poi vivremo in italia.Chiedo gentilmente se potete aiutarmi per sapere cosa devo fare ora per iniziare le procedure per il matrimonio.Lei mi ha detto che per iniziare devo fare una dichiarazione inerente la volontà di matrimonio e copia del passaporto.Potete aiutarmi?grazie

    • Greenissimo scrive:

      La procedura non e’ difficile ma e’ un po’ lunga:

      e’ tutto spiegato nelle pagine del blog. Vedi:
      http://www.ukrlandia.com.ua/category/matrimonio-in-ucraina/page/2/

      In breve, i documenti che puo’ riperire gia’ adesso sono: (richiesti per il nulla osta)
      -Certificato cumulativo o contesteuale
      -Copia integrale dell’atto di nascita o estratto per riassunto dell’atto di nascita

      Per la sua futura sposa, basta il Passaporto (prima la procedura era piu’ complicata)

      Auguri!

  6. fabio scrive:

    l’atto di nascita puo essere fatto in autocertificazione?cosa è il certificato cumulativo o contestuale?devo farlo nel comune dove risiedo esatto?grazie mille

  7. Greenissimo scrive:

    Entrambi i documenti sono reperibili in Comune. Si tratta di una pratica di pochi minuti.

    Certificato cumulativo o contestuale: residenza + stato libero + cittadinanza

  8. fabio scrive:

    si ma dato che io non vivo piu nella città dove sono nato chiedevo se potevo fare una autocertificazione per l’atto di nascita come è scritto nel post oppure no.grazie

  9. Vincenzo scrive:

    salve a tutti,
    fra qualche settimana anche io farò parte della grande famiglia mista italia-ucraina, sono molto felice e con me anche la mia futura moglie e la nostra piccolina, quello che mi tiene con il fiato sul collo è solo una cosa, la bambina non è biologicamente mia figlia anche se la reputo tale, e il suo vero padre che non sembra molto contrario a lasciare che la figlia segua la madre chiede un contratto da fa in ucraina dove io sottoscrivo che in caso di problemi do la possibilità a loro di tornare a casa senza problemi, ecco la cosa e paradossale, ma mi chiedo e una cosa legale??? qualcuno ha avuto lo stesso problema?
    inoltre, volevo chiedere se la qualcuno ha qualche documento che riguarda il trattamento dei beni materiali, nello specifico, se si ha la comunione dei beni, se questa include anche i beni prima del matrimonio, oppure no!!!

    grazie in anticipo
    Poka!!!

  10. Greenissimo scrive:

    @ Fabio
    Per l’autocertificazione, penso di si, almeno cosi’ dicono le disposizioni stabilite dall’ambasciata. (per maggiori info, chiedere in Comune e via email all’ambasciata italiana a Kiev).

    @ Vincenzo
    Per la comunione dei beni, non riguarda i “beni prima del matrimonio”.
    (se cerca su google trova tutte le disposizioni al riguardo)
    Comunque puo’ optare anche per la separazione dei beni.

    Circa il “contratto” non abbiamo esperienza in merito.

  11. fabio scrive:

    ieri la mia futura moglie è stata presso l’ufficio del registro della sua città in ucraina per chiedere quali documenti sono necessari per sposarsi a settembre in ucraina.Le hanno detto che per lei serve solo il passaporto e per me oltre la copia del passaporto serve il documento di stato libero che poi va portato da loro e tradotto da un traduttore legale e mandato da loro a kiev insieme a una nostra dichiarazione congiunta di intenzione di contrarre matrimonio.Dopo un mese ci si puo sposare e dopo il matrimonio il certificato di matrimonio va portato a kiev per essere tradotto legalmente all’ambasciata italiana e poi occorre presentare gli altri documenti miei(vedi atto di nascita)e i suoi documenti per avere il visto per venire in italia.Ora se cosi fosse mi risparmierei un viaggio lungo a kiev,ma questo nulla osta serve o meno?qui si scrive una cosa e alla mia compagna hanno detto dell’altro.grazie a tutti per i consigli.

  12. greenissimo scrive:

    @ Fabio
    Consiglio sempre di prendere con le molle tutto cio’ che viene detto dalle autorita’ ucraine in merito a queste questioni.
    In fatti, alcune volte fanno confusione tra i documenti, ne richiedono alcuni non richiesti da altre citta’ o semplicemente fanno riferimento a procedure non piu’ valide.

    I Documenti richiesti dallo ZAGS in genere sono:
    – Nulla osta (legalizzato con tutte le dovute procedure qui descritte)
    – Passaporto Italiano (tradotto e autenticato)
    – Passaporto citt. Ucraina

    Compilazione domanda di matrimonio da farsi allo ZAGS quando si decide la data.
    Pagamento dello ZAGS.

    Il Nulla osta e’, se non e’ cambiato nulla, sicuramente richiesto. Vedi sito Ambasciata italiana: http://www.ambkiev.esteri.it/Ambasciata_Kiev/Menu/In_linea_con_utente/Domande_frequenti/

    Anche se poi per quello specifico ZAGS dovesse bastare lo Stato libero, le consiglio per non avere problemi con le autorita’ italiane (dovete trascrivere il matrimonio in Italia e penso richiedere anche visto) di seguire alla lettera quanto richiesto dall’ambasciata Italiana a Kiev.

    Per informazioni sempre aggiornate contattate direttamente l’ambasciata (rispondono di solito via email).

    Auguri!

    P.s. Se poi non e’ un autorita’ ucraina ma una semplice agenzia, vi consiglio di non seguire quanto vi e’ stato detto. (alcune agenzie si inventano procedure che non esistono e prendono molti soldi)

    P.s.2
    Se volete potere sposarvi anche in pochi giorni, non credo serva attendere un mese (se non per fare tutte le pratiche, che non fa lo ZAGS, ma che dovete fare Voi o una agenzia da voi incaricata)

  13. fabio scrive:

    ho scritto email all’ambasciata italiana per chiedere chiarimenti in merito.Non sapevo che il mio passaporto deve essere tradotto prima del matrimonio,chi fà questo?pensavo io dovevo solo avere il nulla osta dall’ambasciata italiana e basta prima del matrimonio.grazie per i chiarimenti

  14. greenissimo scrive:

    Per il passaporto come per tutti gli altri documenti richiesti, e’ scritto tutto sulle pagine di questo blog (sezione matrimonio in ucraina).

    La traduzione la puo’ richiedere a qualsiasi agenzia di traduzioni (non serve che il traduttore sia autorizzata dall’ambasciata essendo questa una traduzione solo per lo ZAGS) La traduzione deve essere quindi portata da un Notaio (di solito l’agenzia fa tutto).

    Per passaporto si intendono solo le pagine contenenti i dati personali (non tutte le pagine e i visti).

    Anche il nulla osta di per se non basta, deve essere legalizzato.

  15. fabio scrive:

    si il nulla osta rilasciato dall’ambasciata italiana a kiev è già in lingua ucraina e va presentato al Dipartimento Consolare del Ministero degli Affari esteri ucraino a Kiev per essere legalizzato.giusto?non trovo la parte relativa al passaporto.grazie

  16. fabio scrive:

    trovata la sezione riguardante il passaporto,ma non è sicuro che questo deve essere tradotto.Ti chiedo sai dove posso trovare l’elenco degli ZAGS nelle varie città?

  17. fabio scrive:

    ho chiesto a lei e lei ieri è stata allo ZAGS della sua città e le hanno detto che serve solo lo stato di libero.comunque io seguo la procedura dell’ambasciata italiana.

  18. greenissimo scrive:

    Il passaporto tradotto puo’ essere richiesto dallo ZAGS come non esserlo.
    Ovviamente vogliono anche il passaporto originale (dove appongono un timbro su una pagina libera)

    Per lista ZAGS, su google, chiedi alla tua ragazza di cercare in ucraino nome citta’ + zags.

    Puo’ accadere che uno ZAGS dica una cosa e un’altro una cosa diversa. Lo stesso all’interno dello stesso ZAGS, dipende a chi ti rivolgi (sempre meglio chiedere ai responsabili per evitare successivi problemi).

  19. fabio scrive:

    ok ma non capisco perche le hanno detto che serve solo lo stato di libero e una dichiarazione congiunta e non altro e pensano loro alla traduzione,vedo molta confusione.

  20. paolo scrive:

    mi devo sposare in ukraina vorrei sapere la documentazione che serve. Grazie

  21. Francesco Spinelli scrive:

    Salve, io non sto capendo piu’ niente, dove conviene sposarmi in italia o in ucraina?
    Vorrei per piacere che mi scrivesse tutti i documenti che dovrei presentare in ucraina, quali far apostillare in prefettura, quali far tradurre in ucraino.

    Ad ottobre, dovrei andare in ucraina dalla mia fidanzata e devo decidere dove sposarmi.
    Vi prego aiuto! non so cosa fare

    • Greenissimo scrive:

      Premetto che e’ tutto scritto sul blog.
      Se la sua futura moglie e’ in Ucraina e non in Italia, e’ piu’ semplice sposarsi in Ucraina.
      In Italia, deve reperire questi documenti:
      -Certificato cumulativo o contesteuale
      -Copia integrale dell’atto di nascita o estratto per riassunto dell’atto di nascita
      I documenti hanno validita’ 6 mesi. No serve l’apostille.

      Questi servono per il Nulla Osta. La traduzione del passaporto italiano in lingua Ucraina (solo pagine con i dati personali) e’ invece richiesta dallo Zags.

      Tutto qui! (le cose cambiano se e’ gia’ stato sposato).

    • giovanni scrive:

      SE LA TUA FIDANZATA E’ GIA’ RESIDENTE IN ITALIA, TI CONVIENE SPOSARTI QUI DA NOI. BASTA UNA MARCA DA BOLLO DA 14,62—2 MARCHE SE E’ RESIDENTE IN COMUNE DIVERSO DAL TUO. POI BASTA UN VIAGGIO ALL’AMBASCIATA UCRAINA A MILANO PER LA CONVALIDA. SE TI SPOSI LI CI VOGLIONO PIU’ SOLDI MA TANTI DI PIU’ ANCHE PERCHE’ BISOGNA PAGARE PERSONAGGI, FACCENDIERI CHE TI SERVIRANNO PER SBRIGARE TUTTO.

      • Greenissimo scrive:

        Il Matrimonio in Italia puo’ essere conveniente se entrambi i futuri sposi risiedono in Italia. Il Citt. Ucraino deve in questo caso munirsi di Nulla Osta richiedibile all’Ambasciata Ucraina.

        Il Matrimonio in Ucraina, e’ la scelta migliore se la futura sposa risiede in Ucraina. Questa cosiderazione si basa sulle grandi difficolta’ (e i costi) che ha l’ottenimento del visto prima del matrimonio.

        La celebrazione delle Nozze in Ucraina e’ una procedura abbastanza semplice ed economica (vedi posts). Solo in rari casi ho saputo di sopprusi. Facilmente evitabili conoscendo la normativa e usando il buon senso.

  22. giovanni scrive:

    SCELTA PATRIMONIALE DEL REGIME DEI BENI:
    DOMANDA : SE AL COMUNE ITALIANO NON PERVIENE IL CERTIFICATO CON L’ATTESTAZIONE DELLA PRESENZA DEI 2 TESTIMONI ITALIANI CHE AVREBBERO DOVUTO ESSERE PRESENTI ALL’ATTO DELLASCELTA PATRIMONIALE DEL REGIME DEI BENI, QUESTA MANCANZA PUO’ ESSERE CAUSA DI NULLITA’DEL MATRIMONIO STESSO?

  23. stefano scrive:

    un’ aiuto per la procedura del mio matrimonio in ucraina.grazie mille

  24. luigi scrive:

    ciao io vorrei sapere se dopo il matrimonio sarà difficile ottenere la residenza perchè nelle mie intenzioni c’è la reale possibilità di vivere e lavorare per le stesse società per cui lavoro in italia ed avrei quindi intenzione di pagare le tasse direttamente allo stato ucraino e quindi avere la possibilità di fatturare a queste società italiane

    • Greenissimo scrive:

      Se intendi la residenza in Ucraina, puo’ essere richiesta dopo 2 anni di matrimonio con una citt. ucraina. La procedura di rilascio richiede alcuni mesi. Attualmente dovrebbe essere entrata in vigore una nuova normativa che semplifica il tutto (ma non sono sicuro circa la sua reale applicazione).
      Durante il periodo “di attesa” credo venga rilasciato un permesso temporaneo che pero’ non dovrebbe permettere di lavorare.

      Consiglio di richiedere informazioni direttamente all’OVIR della propria citta’.

      P.s.
      Faremo presto un post su come ottenere il PDS ucraino.

  25. Pino scrive:

    qualcuno può aiutarmi?
    ci siamo sposati in ukraina, io italiano lei ucraina, abbiamo fatto tutti i docs e lei ha già anche ricevuto il visto per venire in italia, ma non ci siamo fatti dare una copia del certificato di matrimonio legalizzata! l’unica che avevamo l’abbiamo usata per ottenere il suo visto.
    lei abita a 800km da kiev, e non è proprio comodo andare in ambasciata a chiedere un’altra copia.
    sapete quali sono i tempi perchè trasmettano il certificato in italia?
    oppure sapete se esiste un altro modo per avere la copia senza dover andare in ambasciata?
    grazie.

    • Ukrlandia Team scrive:

      Per la trascrizione, di solito, ci vuole qualche settimana… vi consiglio di chiedere al vostro Comune di residenza circa i tempi esatti.

      Per la CDS o PDS famiglia, e’ richiesta una copia del certificato di matrimonio, l’ideale sarebbe avere quella che avete portato in ambiasciata per la trascrizione…

      Vi consiglio di farvi fare una copia del Certificato di matrimonio ucraino (lo rilasciano allo ZAGS, puo’ sempre essere utile)
      Quindi chiedete alla vostra Quesura per sapere se a loro basta una copia tradotta di quello ucraino o vogliono che sia anche legalizzata… se si, chiedete allora se la legalizzazione puo’ essere fatta anche in Italia o se bisogna andare in ambasciata…

      Credo sia fattibile anche in Italia…

      Auguri:)

  26. barney78 scrive:

    Salve,
    una info :
    Qualcuno di voi sa se per la richiesta di un visto per ricongiungimento familiare (e non Familiare al seguito) è necessario presentare all’ambasciata la prenotazione aerea per il viaggio di ingresso in Italia ?
    Sono cittadino italiano appena sposato con cittadina ucraina.
    Grazie

    Ciao

    • Ukrlandia Team scrive:

      In passato non era richiesta la prenotazione aerea per quel tipo di visto… comunque bisognava sempre specificare la data d’ingresso in Italia nel formulario di richiesta del visto.

      Con il Decreto interministeriale n. 850 dell’11 maggio 2011, sono state adottate 21 tipologie di visto e tra esse non figurano piu’ il Ricongiungimento Famigliare o il Famigliare al Seguito ma credo siano state entrambe assorbite sotto la dicitura “Motivi Famigliari” V.N. (visto nazionale che consente di restare in Italia oltre i 90 gg e di viaggiare in UE per max 90gg/180gg).

      Le consiglio di fare riferimento al sito del Ministero degli affari esteri:
      http://www.esteri.it/visti/home.asp (qui puo’ vedere quali documenti sono richiesti)
      http://www.esteri.it/MAE/IT/Ministero/NormativaOnline/Normativa_consolare/Visti/ (la normativa, legga in particolare Decreto interministeriale n. 850 dell’11 maggio 2011)

      e di contattare l’ambasicata italiana a Kiev (magari via email) per maggiori informazioni).

      In ogni caso, questo tipo di visto e’ gratuito ed e’ assai improbabile che vi possano fare dei problemi essendo la coesione familiare un diritto costituzionalmente garantito.

  27. The Director scrive:

    Buongiorno, voglio sposare la mia ragazza in Ucraina, voglio adottare il regime della separazione dei beni, tuttavia non sono sicuro di avere 2 testimoni italiani al mio seguito, per cui mi chiedevo: senza testimoni italiani posso adottare la separazione dei beni?

  28. Marco scrive:

    Si può spiegare meglio la questione dei due testimoni di cittadinanza italiana per la scelta del regime patrimoniale dei beni? Come faccio a portare due cittadini italiani in Ucraina? Mi devo sposare io mica questi…grazie

  29. pompeo scrive:

    salve a tutti, vorrei trasferirmi in ucraina, sposandomi con la mia compagna, da premettere che sono pensionato,vi chiedo, se ci sposiamo in ucraina, posso risiedere stabilmente da lei? grazie

    • Ukrlandia Team scrive:

      Si, dopo il matrimonio puo’ fare richiesta del PDS ucraino all’OVIR della vostra citta’. Se nulla e’ cambiato, per avere il PDS a tempo illimitato occorre avere almeno 2 anni di matrimonio. Precedentemente ad esso credo venga rilasciato un PDS temporaneo o quanto meno un prolungamento del soggiorno oltre il termine dei 3 mesi. Chiedere all’OVIR per maggiori informazioni. Auguri:)

  30. GIACOMO scrive:

    Volevo sapere quando mi sposo e mia moglie viene in Italia per fare il libretto sanitario il codice fiscale cosa bisogna fare
    Grazie di tutto GIACOMO

Lascia un Commento