Visto per Ucraina (oltre 90 giorni)

Cominciamo ribadendo che i cittadini italiani non necessitano di alcun visto per soggiornare in Ucraina per massimo 90 ogni 180 giorni (vedi sezione).

Questo post e’ indirizzato a persone che per esempio sono sposate con cittadini ucraini e vogliono rimanere in Ucraina per piu’ di 90 giorni.

Per potere soggiornare piu’ di 90 giorni, bisogna recarsi all’OVIR e richiedere una prologa. Questo prolungamento viene rilasciato solo se si ha un visto valido (quindi di norma non si puo’ fare senza visto).

Tipo di visto da richiedere

Si deve richiedere un visto C (il P1 non esiste piu’). Questo visto da il diritto di soggiornare in Ucraina per massimo 90 ogni 180 giorni ma con esso si puo’ richiedere la prologa all’OVIR.

NOTA: Chiedere all’OVIR, quali sono i motivi validi per potere avere questo prolungamento. Anche con il visto potrebbero rifiutare di prolungare il soggiorno… (credo l’essere sposati con cittadino ucraino sia già un valido motivo)

Durata del visto

Il visto vale per un anno. Puo’ essere per un singolo ingresso, 2 ingressi o multi ingresso.

Documenti richiesti per il visto

– Passaporto valido
– 2 foto tessere
– Certificato di matrimonio (a noi e’ bastata una copia di quello ucraino)

Costo del visto e tempo di rilascio

Tempo di rilascio:
– 15 giorni con procedura ordinaria
– Stesso giorno con procedura urgente (prezzo doppio)

Il costo varia a seconda dell’urgenza e del numero di ingressi.
es. un 2 ingressi rilasciato con urgenza costa 180 euro.

Come e dove richiedere il visto

– recarsi al consolato di competenza
– richiedere il visto (vi daranno un modulo da compilare e un “bollettino” per il pagamento)
– compilare il modulo, pagare il bollettino nella banca indicata
– ritornare in consolato e consegnare la documentazione

Se fate richiesta urgente (pagate doppio), riuscite a fare tutto in una mattinata.
Se invece fate richiesta ordinaria dovete aspettare 15 giorni per avere il visto.

Consolato di Milano: Esperienza personale

Arrivare prima delle 9.00, non farsi impressionare dal numero di persone che aspettano all’ingresso e, importante,  scrivere il proprio nome sul foglio di carta che e’ vicino al portone.

La gentile signora che fa da guardia all’ingresso del consolato, fara’ l’appello delle persone e distribuira’ dei numerini dando anche l’indicazione dello sportello a cui andare (per i visti si va allo sportello 3).

Quindi si accede al consolato e si aspetta il proprio turno. C’e’ tanta gente ma non sono pratiche lunghe… in poche ore si fa tutto.

La banca dove pagare e’ la popolare di Milano non tanto distante (ma neanche tanto vicina) dal consolato (raggiungibile a piedi).

Un taxi per raggiungere in poco tempo il consolato dalla stazione centrale costa sui 15-18 euro (dipende dal traffico).

Nuovi visti per l’Ucraina

Dal 10 Settembre 2011, entra in vigore la legge 567 del 1 Giugno 2011.

Non cambia nulla per il regime senza visti. I cittadini Italiani che si recano in Ucraina per un max 90 ogni 180 gg, per visita privata, business o turismo, non necessitano di visto.

La nuova legge riduce drasticamente il numero dei visti: Ora sono solo 3!

Visto B (per il transito)
Visto C (Per i paesi che hanno bisogno del visto. Max 90 ogni 180 gg.)
Visto D (soggiorno lungo. Lavoro, immigrazione… Oltre i 90 giorni.)

I tempi di rilascio del visto sembrano aumentare da 1 a 2 settimane (per urgenze ritiro in 5 gg).

I prezzi sono i seguenti:

– un ingresso: 80 usd
– due ingressi: 130 usd
– multi ingresso: 200 usd

In Italia i prezzi sono calcolati in Euro. Per le richieste urgenti le tariffe raddoppiano.

Per informazioni sempre aggiornate, contattare l’Ambasciata Ucraina in Italia.

Matrimonio in Ucraina: Visto familiare al seguito

Adesso che abbiamo tutti i documenti pronti:

– 2 Foto tessera del cittadino Ucraino
– Certificato matrimoniale tradotto e legalizzato (vedi post)
– Passaporti di entrambi i coniugi

possiamo andare all’ambasciata Italiana a Kiev e richiedere la trascrizione del matrimonio ed il visto.

Trascrizione del matrimonio

Questa è la prima cosa che bisogna fare. Dovete dare all’ufficio (il carabiniere all’entrata vi indicherà dov’è) il certificato matrimoniale tradotto e in cambio riceverete una copia dello stesso per l’ufficio visti.

Attenzione!
L’ambasciata non vi darà indietro il certificato originale. Quindi oltre alla copia per l’ufficio visti chiedete anche un’altra copia autenticata del certificato matrimoniale vi può servire in Italia, se il comune non lo ha ancora ricevuto.

Richiesta del Visto

Ora andiamo all’ufficio visti, la porta subito dopo l’ingresso dell’ambasciata. Qui dovete compilare 3 moduli:

– 2 copie della richiesta per il visto (una ve la danno indietro come ricevuta)
– la dichiarazione per il ricongiungimento familiare

Compilate i primi due moduli rispondendo ai vari quesiti fatta eccezione di quelli con l’asterisco che nel nostro caso non servono.
Il secondo modulo è una semplice autocertificazione in cui si richiede il rilascio del visto per il proprio coniuge.

Una copia dei moduli la potete trovare anche sul sito dell’ambasciata Italiana a Kiev:

http://www.ambkiev.esteri.it/Ambasciata_Kiev/Menu/In_linea_con_utente/Modulistica

Tipologie di visto:

– Ricongiungimento familiare
– Familiare al seguito

La differenza stà nella contestualità del rientro in Italia. Se rientrate assieme a vostra moglie o marito, optate per il visto “familiare al seguito”. Se invece il cittadino Ucraino viaggia da solo allora bisogna richiedere il visto per “ricongiungimento familiare”.

Se potete,  richiedete il “familiare al seguito”, è probabile che ve lo rilascino con maggiore celerità. In questo caso dovete allegare anche copia dei biglietti aerei del rientro.

Tempi e difficoltà

La richiesta del visto non presenta particolari difficoltà dato che si tratta di vostro marito o di vostra moglie e quindi avete diritto a mantenere l’unità familiare.
In genere il visto è pronto in pochi giorni. Viene rifiutato solo per gravi motivi ed il rifiuto deve essere motivato (al contrario del visto turistico che non viene motivato).

Ritiro del passaporto con il visto

Il ritiro non avviene presso l’ambasciata ma viene spedito tramite corriere Fedex. Dopo che avete compilato tutti i moduli, vi daranno un fogliettino in cui dovete indicare l’indirizzo a cui volete ricevere il passaporto ed il nome di un’altra persone che può eventualmente ritirarlo per voi. Se volete potete semplicemente passarlo a ritirare alla sede del Fedex a Kiev.

Che Visto otterete?

Il visto che vi verrà rilasciato dovrebbe essere un visto D+C Multi.
Multi = Multi ingresso
D = Visto per soggiorni di lunga durata o Nazionale
C = Visto Schengen

La durata del visto dovrebbe essere di 365 giorni con ecezzione della parte Schengen (C) che vale massimo 90 giorni.

Per maggiori info sulle tipologie del visto:
http://www.esteri.it/MAE/IT/Ministero/Servizi/Stranieri/ServReteConsolare.htm

Database dei visti:
http://www.esteri.it/visti

Quando andare in ambasciata (vale anche per la trascrizione)

Dal Lunedì al Giovedì: 9.15 – 13.15 e 15.15 – 16.30
Senza appuntamento.

Riepilogo procedure matrimonio

1 Per visionare l’informativa rilasciata dall’Ambasciata Italiana a Kiev:
http://www.ukrlandia.com.ua/matrimonio-in-ucraina

2 Per sapere come ottenere il nulla osta visita:
http://www.ukrlandia.com.ua/matrimonio-ucraina-nulla-osta

3 Per sapere cosa fare una volta ottenuto il nulla osta:
http://www.ukrlandia.com.ua/matrimonio-ucraina-dopo-nulla-osta

4 Per sapere quali documenti portare allo ZAGS:
http://www.ukrlandia.com.ua/matrimonio-ucraina-zags

5 Per visionare il modulo di registrazione del matrimonio dello ZAGS
(tradotto in italiano):
http://www.ukrlandia.com.ua/matrimonio-ucraina-formulario-zags

6 Il giorno delle nozze:
http://www.ukrlandia.com.ua/giorno-delle-nozze

7 Legalizzazione e traduzione del certificato di matrimonio
http://www.ukrlandia.com.ua/legalizzazione-certificato-matrimonio

Possibilie reintroduzione del Visto per i cittadini UE

Le autorità Ucraine stanno studiando la possibilità d’abolire l’attuale sistema di esenzione del visto per i cittadini dei paesi dell’Unione Europea.

Il che comporterebbe la reintroduzione del regime dei Visti come accadeva prima dell’esenzione voluta dal Presidente Yushenko nel 2005.

I tempi dovrebbero essere brevi c’è chi parla che tutto potrebbe essere già pronto per il prossimo 7 Maggio.

Vi sono tuttavia anche altre voci che indicano come possibile anche una semplice riduzione del termine massimo di permanenza senza visto da 90 a 30 giorni o dell’ intoduzione di del Visto, tassa all’arrivo, stile Turchia.

Le ragione di tale inasprimento sono principalmente dovute alla mancata abolizone o quantomeno reale facilitazione dei Visti Schengen per i cittadini Ucraini.

Infatti sono sempre più numerose le lamentele da parte dei cittadini Ucraini che hanno dovuto passare degli incubi per ottenere un Visto Schengen.

Ora non è comunque chiaro se tutto ciò si tratti di una semplice “ritorsione” verbale nei confronti dell’EU per ottenere un maggior ascolto o se realmente alle parole seguiranno dei fatti.

Resta solo da aggiungere che tutto ciò avviene in un clima di forte competizione per la futura elezione presidenziale.

Quando avremo maggiori informazioni vi terremo aggiornati.

AGGIORNAMENTI

-21/04/09
Abbiamo sentito oggi alla radio che la discusisone sta procedendo e che probabilemente la decisione finale arriverà per il prossimo 7 Maggio.
Si parla che il qualora il visto venisse realmente reintrodotto avrà un costo di 35 euro sia per i cittadini UE che USA.

-20/05/09
Fino ad oggi nulla di nuovo sul fronte visto. Comunque anche se venisse realmente introdotto è probabile che ciò avvenga in pratica fra qualche mese se non dall’anno prossimo (anche se la decisione dovrebbe essere presa in queste settimane).

Altra notizia, il presidente Yushenko ha rimandato indietro al parlamento la proposta di legge sull’introduzione di controlli biometrici per gli stranieri e gli appolidi che entrano in Ucraina a partire dal 2010. Vedi: http://www.kyivpost.com/nation/4125

Ucraina senza visto (max 90gg)

Non è richiesto il visto per i cittadini di:

Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Giappone, Lettonia, Lituania, Lussembourgo, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Principato d’Andorra, Principato del Liechtenstein, Principato di Monaco, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica d’Islanda, Romania, San Marino, Santa Sede (Città del Vaticano), Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Stati Uniti d’America, Ungheria.

Ai cittadini di questi paesi è permesso soggiornare in Ucraina per un periodo massimo di 90 giorni ogni 180 giorni.
Qualora il motivo del soggiorno sia: turismo, visita privata e business.

Per le altre tipologie di soggiorno (es. immigrazione, lavoro in Ucraina, etc…) ed in generale se il soggiorno supera i termini indicati prima bisogna richiedere il visto prima di recarsi in Ucraina.

Il visto non è inoltre richiesto ai cittadini della Mongolia ed ai paesi facenti parte del CSI (tranne il Turkmenistan).

Per maggiori informazioni

http://www.mfa.gov.ua/mfa/ua/publication/content/1865.htm
http://zakon1.rada.gov.ua/cgi-bin/laws/main.cgi?nreg=917-2007-%EF

Per informazioni più aggiornate contatta il consolato Ucraino del tuo paese:
http://www.amb-ucraina.com/ (Ambasciata d’Ucraina in Italia)
http://www.ukremb.ch/(Ambasciata d’Ucraina in Svizzera)

Attenzione!

Possibile reintroduzione dell’obbligo di Visto per i cittadini dell’UE e di altri paesi:
http://www.ukrlandia.com.ua/possibilie-reintroduzione-visto